FAQs NUOVE FINESTRE

La sostituzione di finestre è il modo più efficiente e rapido di ridurre lo spreco di energia e quindi i costi di riscaldamento. Qui sono disponibili risposte alle domande più frequenti.

Quali materiali ci sono – e quali sono i vantaggi e svantaggi?
I materiali e combinazioni di materiali disponibili sul mercato sono legno, legno-alluminio, PVC e PVC-alluminio. 

Le finestre in PVC e PVC-alluminio  sono convenienti in termini di prezzo, non necessitano di manutenzione e raggiungono valori di isolamento eccellenti. Per questo motivo la finestra GAULHOFER ENERGYLINE   con il miglior valore Uw di 0,59 W/m2K è considerata il “numero uno per il risparmio energetico”.

Le finestre in legno, grazie al materiale naturale “che respira”, offrono migliori caratteristiche di diffusione del vapore e un notevole comfort abitativo. Con una struttura e profondità corrispondenti raggiungono caratteristiche isolanti eccellenti. In combinazione con un rivestimento in alluminio lato esterno come protezione dalle intemperie si può ridurre al minimo la manutenzione. Le finestre GAULHOFER in legno NATURELINE o legno-alluminio FUSIONLINE nella migliore esecuzione creano valori di isolamento unici di 0,66 o 0,65 W/m2K. Questi valori sono molto migliori di quelli richiesti per casa passiva 0,8 W/m2K. Le finestre in legno e legno-alluminio che, come queste, fanno a meno della schiuma PUR, sono preferite dal punto di vista ecologico.

Di che cosa si deve tenere conto nella ricerca di una nuova finestra a risparmio energetico?
È importante raggiungere i valori di isolamento attraverso adeguata profondità e impermeabilizzazioni nella struttura – non con schiume PUR incollate. Soltanto in questo modo l’isolamento termico promesso può essere garantito a lungo per una finestra. E soltanto in questo modo le finestre in legno e legno-alluminio sono veramente “naturali” ed ecologiche.

Che cosa esprime il valore Uw?
Il valore Uw è il valore di isolamento dell’intera finestra, soltanto questo valore è oggettivamente significativo. Si compone del valore Ug (valore di isolamento del vetro) e valore Uf (valore di isolamento del telaio). Si i valori come il valore Ug sono indicati isolati, si deve chiedere quale è il valore di isolamento dell’intera finestra.

L’isolamento termico corrisponde all’isolamento acustico?
Le finestre di qualità con caratteristiche isolanti e di tenuta, riducono al minimo l’inquinamento acustico. Per un migliore isolamento vi sono numerose soluzioni nella zona di tenuta e del vetro. Poiché le vetrature per isolamento acustico sono più spesse rispetto alle soluzioni tradizionali, in particolare per la combinazione con tripla vetratura ad elevato isolamento termico ed isolamento acustico si deve tenere conto che la finestra dovrà avere una maggiore profondità.

Non bisogna dimenticarsi della protezione antieffrazione!
Anche per quanto riguarda la protezione antieffrazione è stato fatto molto: la ferramenta moderna offre numerose ottimizzazioni come perno antitrapano o nottolini a fungo, che evitano lo scardinamento.

Quanto vetro deve esserci?
Le migliori finestre ora sul mercato garantiscono un livello da casa passiva senza rinunciare a grandi superfici in vetro – „la costruzione con feritoie“ non è più necessaria per avere buoni valori. Con una disposizione verso sud le grandi superfici in vetro garantiscono più energia di quanta ne viene persa. Per i sistemi a tutto vetro senza telaio si deve tenere conto che come per la linea Gaulhofer VISIONLINE, i collegamenti a parete devono essere ad elevata tenuta e si deve garantire l’isolamento termico dell’area interna ed esterna.

Vetro solare si o no?
Il recupero energetico grazie ad una buona finestra è un tema critico: i vetri solari riscaldano una casa anche in estate. Chi punta al recupero energetico grazie alle finestre, deve pensare quindi anche ad una protezione solare applicata all’esterno.

Chi si occupa del montaggio delle finestre?
Il montaggio eseguito da personale competente è molto importante. Collegamenti a muro eseguiti in modo approssimativo riducono la qualità di una buona finestra: i ponti termici possono provocare danni gravi come umidità e formazione di muffa.

Per questo motivo GAULHOFER fa eseguire il montaggio delle sue finestre di qualità soltanto ad un proprio partner specializzato .

Altri consigli

Fate eseguire la sostituzione delle vostre finestre soltanto ad un professionista!
Finestre e preventivi di montaggio a basso costo non valgono la pena. Piccole imprecisioni nel montaggio possono danneggiare le vostre finestre a lungo termine. Danni alla costruzione derivati da esecuzione errata della sigillatura, problemi di condensa dovuti a ponti termici ecc. divengono visibili soltanto dopo un po’ di tempo e possono essere corretti soltanto con notevole dispendio di tempo e denaro.

Ristrutturare prima che arrivi il freddo!
Le finestre dovrebbero essere sostituite prima dell’inverno. Con temperature esterne inferiori a 0°C la lavorazioni di diversi materiali è più difficile o rallentata. Alcuni materiali non possono più essere lavorati se la temperatura è inferiore a - 5°C.

Tenere conto del comportamento dell’aria!
Dopo aver sostituito le finestre è importante fare attenzione all’aerazione. Le nuove finestre sono il top in termini di risparmio energetico e quindi quattro volte più spesse delle vecchie.

Per evitare una maggiore umidità dell’aria nella stanza, si devono aprire regolarmente le finestre (aerazione ad urto).